106-kandy-perehara-001090

Storia del dente di BUDDHA.

Storia del dente reliquia sacra Introduzione

Il culto dei resti corporei del Buddha , come registrato nel Mahaparinibbana – sutta ( il Record del Demise del Buddha ) , è stato sancito dal Buddha stesso sull’orlo del suo trapasso . Il Buddha ha dichiarato che quattro persone nobili sono degni del fisico rimane ad avere un riscontro e onorato , il Buddha , il Buddha personali ( Pacceka Buddha , ) i Arahanths ( discepoli del Buddha ) e Re Universale (re Cakkavati ) .

I resti del corpo del Buddha , dopo la loro distribuzione tra i vari stati che ha sostenuto per le reliquie , sono stati sanciti i tumuli funerari conosciuti come stupa . Tuttavia, i quattro canini si diceva di essere stato sancito separatamente e adorato .

Il canino destro era adorato nel dominio celeste il re degli dei , mentre un altro è stato adorato dal re di Gandhara in Pakistan moderno . Il terzo è stato portato via da Naga e adorato in una stanza del tempio d’oro . Il quarto , il canino sinistro è stato rimosso dalle ceneri funerarie da parte di un monaco e fu consegnato al re di Kalinga in India orientale , come registrato nel Digha Nikaya

Da allora , la reliquia del dente del Kalinga divenne oggetto di grande venerazione da generazioni di re Kalinga , fino a quando ha guadagnato l’ira di seguaci Brahmanical . Di conseguenza, diversi tentativi sono stati fatti per distruggere la Reliquia dai governanti fanatici . Eppure, la reliquia del dente è stato miracolosamente salvato da tali atrocità . Per questo motivo , i re di altri stati hanno tentato di possedere la reliquia del dente per la venerazione personale. Così, fin dall’inizio stesso, la reliquia del dente è venuto per essere considerato come un importante simbolo di venerazione . L’ ultimo sovrano indiano di possedere la reliquia del dente era Guhasiva di Kalinga ( c.3rd secolo dC) Copy (2) of kandy karanduwa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>